Come creare un ambiente Nested per implementare vSAN 6.7U3

In un ambiente “home lab”, spesso non si ha a disposizione tutto l’hardware necessario per implementare tecnologie più complesse a scopo didattico. Il costo risulterebbe molto oneroso.

Acquistando un minimo di hardware (…server usati), si possono creare ambienti in modalità “Nested”, cioè virtualizzare host Esxi (Virtual machine con OS Esxi) nidificati all’interno di uno o più host Esxi fisici.

Questo è il primo di tre articoli dedicati alla realizzazione di un ambiente Nested VSAN 6.7U3.

Di seguito descriviamo come preparare tre virtual machine con sistema operativo Esxi, e creare l’ambiente Nested per implementare vSAN 6.7U3.

Nel secondo articolo verranno descritte le configurazioni delle network, ed in fine nel terzo articolo, la creazione e configurazione del Cluster vSAN

 Il mio homeLabs è composto da:

Hardware:

1 Dell PowerEdge R720 (host: 192.168.1.126): 2 CPU Xeon OctaCore; 128 GB Memory; HDD 8 TB

1 Dell PowerEdge R340 (host: 192.168.1.190): 2 CPU; 64 Gb Memory; 1,2 TB

Software:

1 Host ESXi 7.0U1 (PowerEdge R340)

1 Host ESXi 6.7U3 (PowerEdge R720)

1 VCSA (vCenter Server Appliance) 7.0U1

…lo so ☹…ho installato la versione più vecchia di ESXi nel server con più risorse…questo perché, il mio Dell PowerEdge R720 monta un Controller Raid PERC H310, che non è in matrice di compatibilità con Esxi 7.0 …molto presto verrà sostituito con un PERC H710, potrò cosi eseguire l’upgrade alla versione Esxi 7.0U1 con Update Manager…come descritto nell’articolo “Come aggiornare Esxi con Update Manager”.

Nota: considerando che l’ambiente VMware funziona meglio se è presente il servizio DNS, consiglio fortemente di creare un server DNS (windows o Linux). Nel mio lab, ho creato un Domain Controller Windows Server 2016 “DC01” con dominio “aleadmin.it”, su cui registro tutti i record DNS.

Procedura:

  • Posizionarsi sul nodo ESXi e con il tasto dx del mouse selezionare “New Virtual Machine”:
  • Selezionare “Create a new virtual machine” e premere il tasto “Next” per proseguire:
  • Selezionare il “Datacenter” e premere il tasto “Next” per proseguire:
  • Selezionare il nodo a cui si vuole installare la virtual machine e premere il tasto “Next” per proseguire:
  • Selezionare il Datastore preferito e premere il tasto “Next” per proseguire:
  • Selezionare la compatibilità e premere il tasto “Next” per proseguire:
  • Selezionare nel campo “Guest OS family” l’opzione “Other”.
  • Selezionare nel campo “Guest OS Version” l’opzione “VMware ESXi 6.5 o later” e premere il tasto “Next” per proseguire:

Dopo aver selezionato “VMware Esxi 6.5 or later” compare un avviso…ma non avendo altra possibilità, possiamo ignorare il messaggio e proseguire. Per approfondimenti vedere la KB: https://kb.vmware.com/s/article/2015161

premere il tasto “Next” per proseguire:

IMPORTANTE: espandere il campo ”CPU” ed inserire il flag su “Expose hardware assisted virtualization to the guest OS”:

Nota: Se non viene inserito il Flag su “Expose hardware assisted virtualization to the guest OS”, durante il processo di installazione del sistema operativo ESXi, verrà visualizzato il seguente messaggio di errore:

  • Inserire i parametri di personalizzazione, in base alle proprie risorse e tenendo presente le best practice VMware:
    • vCPU: 8
    • Memory: 10 Gb
    • Hard Disk: 20 Gb
  • Verificare i parametri inseriti e premere il tasto “Next“:

La preparazione della Virtual machine ESXI è conclusa. Procediamo con l’aggiunta delle personalizzazioni per poter implementare successivamente vSAN ed installare il Sistema Operativo ESXi 6.7U3

Per implementare vSAN, dobbiamo aggiungere 2 schede di rete, 2 Hard Disk e 2 controller SCSI.

Procediamo:

  • Posizionarsi con il mouse sulla virtual machine appena creata “ESXI-01” con il tasto dx selezionare l’opzione “Edit Settings”:
  • Cliccare sulla scritta “ADD NEW DEVICE” e dal menù a tendina selezionare “Hard Disk“:
  • creare un nuovo Hard Disk da 40 GB e premere il tasto “ok” per proseguire:
  • ripetere i passaggi precedenti ed inserire un altro Hard disk. In questo esempio ne ho creato uno da 255Gb (a scopo didattico va bene anche più piccolo):
  • Come risultato finale dobbiamo avere tre Hard Disk:
    • 1 da 20 GB per il sistema Operativo ESXi
    • 1 da 40 GB da utilizzare come Cache per il Cluster vSAN
    • 1 da 255 GB da utilizzare come spazio dati per il Cluster vSAN

procediamo ad aggiungere due schede di rete.

  • Cliccare sulla scritta “ADD NEW DEVICE” e dal menù a tendina selezionare “Network Adapter“:

ripetiamo questa procedura ancora una, fino ad ottenere tre schede di rete:

continuando in Edit Settings procediamo ad aggiungere due Controller SCSI.

  • Cliccare sulla scritta “ADD NEW DEVICE” e dal menù a tendina selezionare “SCSI Controller“:

Al termine di tutta la procedura, dobbiamo avere questa configurazione:

Per modificare i controller SCSI degli Hard Disk da 40GB e 255GB eseguire i seguenti passaggi:

  • espandere la freccia al fianco della scritta “Hard Disk 2“.
  • in corrispondenza della scritta “Virtual Device Node” premere sulla freccia verso il basso
  • selezionare dal menù a tendina “SCSI Controller 1“.
  • premere il tatsto “ok“.

La stesso precedimento lo facciamo sul Hard disk da 255 GB:

  • espandere la freccia al fianco della scritta “Hard Disk 2“.
  • in corrispondenza della scritta “Virtual Device Node
  • premere sulla freccia in giùselezionare dal menù a tendina “SCSI Controller 2“.
  • premere il tatsto “ok”.

Installazione del sistema operativo:

  • Cliccare sulla freccia in basso in cosrrispondenza del “CD/DVD drive” e selezionare “Datastore ISO file“:
  • inserire il flag sulla scritta “Connect At Power On” e successivamente cliccare sulla scritta “Browse“:

Nota: nel mio ambiente ho creato precedentemente la cartella “ISO” sul Datastore04 che utilizzo per caricare le immagini ISO.

  • Caricare l’immagine ISO del Sistema Operativo ESXi 6.7U3, cliccare sul tasto “OK“:
  • Cliccare sulla virtual machine con il tasto dx del mouse e selezionare “Power“, successivamente cliccare su “Power On” per accendere la Virtual machine ed avviare il processo di installazione:

Per aprire la Remote Console, cliccare con il tasto dx del mouse sulla virtual machine e successivamente cliccare su “Open Remote Console“:

Nota: il Software per la remote console “VMware-VMRC” deve essere installato sul computer dove viene aperta la web Interface del vCenter Server

…inizio del processo di installazione:

  • premere il tasto “Enter” per continuare:
  • premere il tasto “F11” per continuare:
  • Selezionare l’hard disk da utilizzare per sistema operativo ESXi:
  • Selezionare il tipo di tastiera desiderato e premere il tasto “Enter” per proseguire:
  • inserire una password per l’utente Root e premere il tasto “Enter” per proseguire:
  • premere il tasto “F11” per confermare e procedere con l’installazione:

…installazione in corso

  • Rimuovere l’immagine ISO dal CD/DVD e premere il tasto “Enter” per riavviare la virtual machine:

…reboot in corso

installazione del primo nodo virtule ESXi concluso:

il passo successivo è quello di configurare i paramtri di rete ed inserire il nome host. Per questi passaggi è possibile seguire l’articolo: come-configurare-i-parametri-tcp-ip-e-hostname-su-esxi-6-7u3/

Per l’ambiente vSAN che vogliamo creare, occorrono tre virtual machine con ESXI 6.7U3. Seguire i passaggi precedenti per ogni una delle tre virtul machine (ve lo consiglio a scopo didattico), oppure clonare la virtual machine appena creata “ESXI-01” e creare “ESXi-02” e “ESXi-03”, modificarndo per ogni singola Vm i prametri di rete, hostname e Mac address delle schede di rete.

Il risultato che vogliamo ottenere è questo:

Nel passaggio successivo, viene creato l’ambiente Nested, ovvero le tre virtual machine con OS ESXi, vengono agganciate al Datatacenter\Cluster come se fossero degli host Esxi fisici.

Nota: in questa prima fase viene creato solo il Datacenter e gli host vengono agganciati ad esso. Successivamente dopo aver configurato le network, verrà creato il Custer vSAN e i tre host ESXi (virtuali) verranno spostati nel Cluster e configurati per la condivisione degli storage.

  • cliccare con il tasto dx del mouse sul Datacenter e successivamente su “Add Host“:
  • inserire l’host name o l’ìndirizzo IP e cliccare il tasto “Next“:
  • inserire user name e password dell’utente “root” e cliccare il tasto “Next“:
  • cliccare il tasto “YES” per accettare e proseguire:
  • cliccare il tasto “Next” per proseguire:
  • selezionare la licenza e cliccare il tasto “Next“:
  • lasciare l’opzione proposta e cliccare il tasto “Next” per proseguire:
  • cliccare il tasto “Next” per proseguire:
  • verificare i settaggi impostati e confermare premendo il tasto “Finish“:
  • La vm ESXi-01 con IP: 192.168.1.11 viene agganciata al Datacenter come se fosse un host Esxi fisico:

…attendere qualche secondo:

eseguire la procedura “Add Host” per tutte tre le Vms Esxi. Al termine si avrà la seguente configurazione:

Abbiamo concluso questo primo articolo, nel prossimo vedremo la configurazione delle Network.

Alessandro Romeo